Giri di primavera “a passo leggero”

di Isa Grassano

 

«Adoro la primavera: mi insegna di nuovo il passo leggero di chi sa dove sta andando e perché».
Se anche voi la pensate come Fabrizio Caramagna e credete che la primavera sia il momento giusto per fare qualcosa in più, ecco che il fine settimana del 23-25 marzo regala tante occasioni per divertirsi “andando a passo leggero”. Noi di amiche si parte abbiamo selezionato per voi tre appuntamenti imperdibili.

Giornate FAI di Primavera

Immancabili le Giornate FAI di Primavera che anche quest’anno apriranno le porte di palazzi storici, aree archeologiche, chiese e monumenti di solito chiusi o poco accessibili. Ricco il calendario suddiviso regione per regione, consultabile sul sito www.fondoambiente.it. Da non perdere l’opportunità di visitare l’isola Bisentina sul lago di Bolsena che emerge nel lago evocando dolci scenari di verde, la cui bellezza si è mantenuta intatta nel tempo. Di proprietà privata apre solo per l’occasione. Appena attraccati al porticciolo, avvertirete subito il contatto con la natura. La pace avvolge ogni cosa e induce a perdersi nel verde che declina mille sfumature: quello scuro degli ontani; quello più chiaro dei platani secolari, quello di bronzo degli ippocastani. Poi lo sguardo si arricchisce del colore: le ortensie blu e viola, le piante coltivate dai fiori vivaci – giallo, arancione, rosa – come esplosione di fuochi d’artificio. La cupola in piombo della rinascimentale Chiesa dei SS Giacomo e Cristoforo fa capolino tra la vegetazione.

Isola Bisentina – Giri di primavera “a passo leggero”

A Napoli aprirà la crociera inferiore della Galleria Umberto I che ospita il Salone Margherita, teatro della Bella Époque all’inizio del Novecento. Se siete sportive, lo stadio Giuseppe Meazza di Milano terrà i cancelli aperti e si potrà accedere in esclusiva anche gli spogliatoi delle due squadre lombarde, Milan e Inter, e percorrere il tunnel che li collega al campo.

IBF- Italia Beer Festival

Lo scrittore australiano Henry Lawson diceva che «la birra ti fa sentire come dovresti sentirti senza birra». E allora cosa c’è di meglio che trascorrere qualche ora tra amiche degustando alcune tra le migliori birre artigianali estere? A Milano non c’è che l’imbarazzo della scelta. Va in scena la XIII edizione dell’IBF- Italia Beer Festival, nello Spazio East Ends Studio 90 di Via Mecenate 88/a. Tra uno stand e l’altro potrete assaggiare birre provenienti dal Belgio, dall’Inghilterra, dalla Grecia e persino dagli States (biglietto di ingresso 6 euro e 2 euro di cauzione per il bicchiere).

IBF- Italia Beer Festival – Giri di primavera “a passo leggero”

Da non perdere le masterclass sulla birra completamente gratuite, da prenotare al momento fino ad esaurimento posti. Vi potrete anche scatenare con della buona musica live. Venerdì si esibiranno i Howlin Lou and His Whip Lovers dalle 22.30, mentre sabato dalle 21.30 si ascolterà la musica folk pop “buffe canzoni d’amore complicato” di Roberta Carreri per canzoni d’amore all’italiana e dalle 23 i Chilly Whilly, tribute band dei Red Hot Chili Peppers.

Casa del Profumo Feminis-Farina

Di certo vi sarete spruzzate almeno una volta con acqua di Colonia, magari attingendo alla bottiglia della mamma o della nonna, ma forse non sapete che uno dei profumi più famosi è tutto italiano (nonostante venga prodotto a Colonia in Germania). Per conoscere origini e curiosità, s’inaugura proprio il 24 a Santa Maria Maggiore, splendido borgo piemontese Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, la Casa del Profumo Feminis-Farina

L’interno della Casa del Profumo di Santa Maria Maggiore (ph. Susy Mezzanotte)

(www.santamariamaggiore.info/casa-del-profumo, ingresso 2 euro). Video 3D si alterneranno ad allestimenti storici, splendidi costumi tradizionali si affiancheranno alle note profumate della famosa fragranza, installazioni multisensoriali vi accompagneranno in un percorso di scoperta. Troverete anche l’organo del profumiere, una vera e propria “tavolozza” con centinaia di campioni d’essenze, dove, attraverso futuri laboratori, potrete crearvi la vostra profumazione “del cuore”.

 

 

 

Precedente Il segreto della felicità? Fare ciò che più si ama Successivo Hvar la Madeira dell’Adriatico

Lascia un commento

*