La Puglia è più bella d’inverno! Scoprite la Terra d’Arneo

di Lucrezia Argentiero

La Puglia è più bella d’inverno! Non ci credete? Fate come me…scoprite il Salento nei mesi più freddi dell’anno. Rimarrete sorprese e ve ne innamorerete.

Sì, è vero che in questo periodo non ci si può tuffare a mare, ma non ci sono solo spiagge e natura, in questo lembo di terra che d’estate è preso d’assalto.

11Ad attendervi c’è un tesoro nascosto, ricco di storia e cultura, immerso in un panorama fatto di uliveti secolari e vigneti, masserie e muretti a secco. Qui la vita ha un valore diverso. Il tempo lo segna solo l’orologio delle piazze. La gente sgrana gli occhi ma sorride “Venga a prendere un caffè”? Ve lo offriranno spesso. E prendendo il caffè vi ritroverete a “vivere” le loro vite. Solo così potrete carpire qualche segreto. Solo prendendo un caffè diventerete custodi di leggende e storie celate.

Cosa pretendere di più per poter trascorrere una vacanza lontana dai ritmi frenetici? Non vi resta che puntare dritto verso il “Giardino dello Ionio”, in Terra d’Arneo, Vi ritroverete ad intraprendere un viaggio entusiasmante tra sapori, profumi, forme, colori, ma soprattutto, calore. Il calore climatico (qui le temperature non scendono mai al di sotto dei 10 gradi), e quello del cuore della gente. Un cuore generoso e accogliente.

20151009_183227

A far battere questo cuore, molto si deve anche al GAL Terra d’Arneo, l’agenzia di sviluppo locale che opera sul territorio da circa 15 anni, sotto l’egida professionale e impeccabile del suo eclettico presidente, Cosimo Durante. Scoprendoli uno ad uno, ogni paese di questa terra, vi rimarrà nel cuore (sono nove quelli del GAL Terra d’Arneo: Campi Salentina, Carmiano, Copertino, Guagnano, Leverano, Nardò, Porto Cesareo, Salice Salentino e Veglie). Chi per le case tipicamente mediterranee. Chi per una Chiesa, come Copertino, la città di San Giuseppe, il Santo dei voli e protettore degli studenti. Chi per un palazzo dallo stile barocco. Chi per una Torre costiera, come Torre Santa Caterina, che si trova nel territorio di Nardò e che custodisce al suo interno un museo. Chi per i fiori, come Leverano che ha una rete di oltre 400 aziende floricole e orto-floricole e uno dei 7 mercati per il fiore reciso esistenti in Italia.

Purea di fave e cicorie
Purea di fave e cicorie

Ma tutti e nove i paesi ve li ricorderete per un denominatore comune: i profumi delle cucine. Ovunque andrete, delizierete occhi e palato con le immancabili polpettine fritte, la parmigiana di melanzane, i bocconcini salati, l’insalata di fagioli, la purea di fave e cicorie e le verdure fresche, appena raccolte dall’orto. Antipasti, primi dove regna la pasta fresca, secondi di carne e pesce, prodotti da forno, e frutti di mare, sempre accompagnati da vini altrettanto pregiati come l’immancabile Negramaro, il vitigno autoctono per eccellenza che con il suo frutto prelibato ovunque viene apprezzato rendendo immancabilmente onore al Salento. È questa, in primis, la tavola della dieta mediterranea, già patrimonio Unesco. Una tavola fatta di piatti semplici, rigorosamente a chilometro zero. Piatti, tutti, della tradizione contadina che, a volte vengono rivisitati, a volte no, ma una cosa è certa, vi “prenderanno per la gola” durante tutto il viaggio.

20151010_135648
La Puglia è il regno della pasta fresca

Sì lo so. Vi sta venendo l’acquolina in bocca. Adesso però non pensate subito alla linea. Lasciatevi tentare da questo scrigno gustoso made in Puglia. Per la prossima prova costume c’è ancora tempo!

Con loro ho scoperto la Terra d'Arneo.
Con loro ho scoperto la Terra d’Arneo

Info:

Gal Terra D’Arneo – Via Roma 27, Veglie (Lecce) Tel. 0832.970574

www.terradarneo.it

 

Precedente In Slovenia per una Remise en forme pre-Natale Successivo A Bermuda per un Natale "rosa"

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.