L’amore e i suoi riti scaramantici in giro per l’Italia

Per sole donne, non donne sole recita il claim del nostro blog. E allora, per tutte le amiche innamorate e accompagnate ecco sette luoghi curiosi in Italia dove andare con il proprio lui. In occasione di San Valentino o in un prossimo viaggio a due. Posti belli che però vale la pena vedere o vivere anche se si è tra “sole donne”.san valentino a tutto cuore

BOLOGNA

Partiamo dalla mia Bologna con il cosiddetto “telefono senza fili”, proprio come il nome del gioco per bambini. Questo si colloca nell’antico Voltone del Podestà, una volta a crociera, tipica dell’architettura romanica, e sostenuta agli angoli da quattro pilastri sormontati da altrettante statue in terracotta rappresentanti i santi protettori della città. Ci si pone contro i due pilastri in maniera obliqua, con il volto rivolto verso il muro e si sussurra qualcosa. L’altro sentirà perfettamente, grazie alla riflessione del suono sulla superficie della volta. Se siete timidi e non trovate il coraggio per dichiararvi al vostro amore, questo è il luogo perfetto (www.bolognawelcome.com).

RAVENNA

Sempre in Emilia Romagna, a Ravenna protagonista è Statua di Guidarello, custodita al MAR, Museo dell’Arte di Ravenna (www.mar.ra.it/ita/). Scolpita da Tullio Lombardo nel 1525, rappresenta il famoso condottiero ravennate che giace morto con la sua armatura sulla lastra tombale e spicca per la ricercata e morbida espressività del volto. Complice il fascino del cavaliere, la leggenda narrava che le donne che avrebbero baciato il Guidarello si sarebbero sposate entro l’anno, mentre le donne già sposate avrebbero partorito un figlio “altrettanto bello come il giovane guerriero”. Pare che oltre cinque milioni di donne, nel corso di due secoli, abbiano baciato il volto del Guidarello, tanto che la città ha dovuto vietarlo, e che vengano recapitate ogni anno centinaia di lettere d’amore e di mazzi di rose.

REGGIO EMILIA

La Pieve di San Valentino è una delle più antiche della Diocesi di Reggio Emilia, la sua fondazione con impianto romanico tra i più belli della Regione risale al VII secolo. Siamo sulle splendide colline dell’Appennino romagnolo dove una gita romantica è d’obbligo per poi fermarsi di fronte a questa antichissima Pieve che conserva nel nome la celebrazione dell’amore. Si può scegliere di sugellare i propri sentimenti davanti alla facciata decorata con guglie e rosoni oppure entrare per dichiararsi di fronte all’altare maggiore ornato dalla preziosa pala di Benvenuto Tisi, detto “il Garofalo”, che la dipinse nel 1517.

ROMA

A Roma che è già amor al contrario, città romantica per eccellenza, vicino alla Fontana di Trevi si trova “la Fontanina degli innamorati”. Secondo la tradizione, le coppie che bevono a questa acqua avranno la fortuna di essere sempre legati.

TERMOLI

La ’rejecèlle, cioè la via stretta di Italia che taglia nel mezzo l’antico borgo medievale di Termoli è un altro posto da non perdere. Considerate che la larghezza nel punto più stretto è di 34 centimetri! Insomma per attraversarla in due occorre per forza stare abbracciati stretti stretti.

TERNI

A Terni, la città dove è nato e ha vissuto San Valentino, c’è il Duomo a lui dedicato. Al centro della chiesa si trova il pozzo di San Valentino, dove imbucare la propria appassionata lettera d’amore e se si ha intenzione di sposarsi entro l’anno si può prendere parte alla “Festa della Promessa”. Ovviamente con la più cara amica a fare poi da damigella.

VERONA

Infine, ci si sposta a Verona, la terra dei due innamorati più famosi del mondo, Romeo e Giulietta. Si dice che ogni donna deve toccare il seno destro della statua di Giulietta posta nel cortile della casa. Narra la leggenda che porti fortuna. Ognuna riceverà in dono felicità, amore eterno e fertilità.

SAN VALENTINO

Di qua e di là riti e gesti scaramantici. Della serie non è vero, ma ci credo perché non provarci?

Isa Grassano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.