Le Frauen di Thomas Schutte in mostra al Castello di Rivoli

Le Frauen, sono straordinarie figure di donne dai corpi in mutazione

di Lucrezia Argentiero

Donne maestose e forti che si torcono, si distendono, si inginocchiano, rimangono compresse eppure rimangono legate con un robusto filo alla scultura occidentale (evidente l’interesse per Aristide Maillol).

In questo modo Schütte regala allo sguardo un universo altro, alieno, lontano dai compromessi della quotidianità.

Realizzate in bronzo o alluminio, le diciotto “donne”, che per la prima volta vengono presentate assieme, derivano direttamente da alcuni modelli in ceramica scelti tra 120 diversi bozzetti realizzati tra il 1997 ed il 1999.

Disposte sulla “manica lunga”, l’antica pinacoteca sabauda del Settecento, lunga ben 147 metri (e larga sei) sono accompagnate dalla serie completa dei bozzetti in ceramica e da cento acquerelli della collezione privata dell’artista.

All’ingresso del Castello, inoltre, due inedite sculture in bronzo alte quattro metri, United Enemies, si fronteggiano accogliendo il visitatore.

Leone d’Oro per le mostre internazionali alla Biennale di Venezia del 2005, Thomas Schütte, 58 anni, è uno degli artisti più importanti della sua generazione. Le sue opere: installazioni, sculture, stampe, disegni, acquerelli, nell’assumere forme diverse non sembrano temere le contraddizioni, finalizzate come sono all’esplorazione dell’arte, della società, di un composito quotidiano ed il cui racconto finisce inevitabilmente per richiedere una vasta gamma di materiali e stili.

Informazioni mostra: www.castellodirivoli.org; www.castellodirivoli.tv

Precedente Un rosa spinto ma sempre romantico, come i girasoli.... Successivo Nella Lapponia Svedese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.