Ostelli women only

Ostelli women only
C’è quello di Amsterdam dove gli uomini possono entrare solo su invito e quello di Berlino con personale solo femminile: ecco gli ostelli women only, più informali, ma non meno attenti ai dettagli

di Isa Grassano e Lucrezia Argentiero

C’erano una volta gli ostelli, “ultima spiaggia” per viaggiatrici con le tasche vuote: camerate spoglie da dividere con altre, poca tranquillità e poca privacy. Oggi, invece, in molte città hanno aperto i “comfort hostel”, ostelli di nuova generazione che, sempre a costi costenuti, assicurano camere confortevoli, doppie e singole, quasi tutte con bagno privato. Spesso queste strutture sono arredate da grandi architetti e designer e ce ne sono tantissime dedicate esclusivamente alle donne, con anche la possibilità di essere servite da personale femminile.

Qualche esempio per la vostra pink-holiday? Ad Amsterdam, ha da poco aperto i battenti Hostelle, un ostello women friendly, dove l’accesso agli uomini è concesso solo per un drink nella lounge e su invito. Le stanze sono in condivisione, tranne due, che hanno solo due letti e sono molto particolari. C’è la stanza dedicata alla Francia di Maria Antonietta, con lampadario d’oro, letti antichi e tessuti provenienti dalla Francia, e quella cinese, con lanterne rosse, lampada e armadio decorati e opere d’arte originali.

1
Hostelle (Amsterdam)

A Berlino, Artemisia – ispirato alla pittrice Artemisia Lomi Gentileschi – è un hotel,
caratteristico e nel centrale quartiere di Charlottenburg, che ormai da oltre vent’anni apre le porte solamente alle donne. All’interno di questo palazzo dei primi del Novecento persino i quadri alle pareti sono stati dipinti da mani femminili. Gli uomini sono banditi anche dallo staff (così non si rischia nemmeno l’imbarazzo di aprire la porta in déshabillé per ricevere il servizio in camera). C’è una piccola libreria, la possibilità di fare colazione sulla terrazza con vista sulla città, ma anche una sala conferenze se scegliete la capitale tedesca per lavoro.

2Foto www.frauenhotel-berlin.de

Anche con Hostelsclub, potete dormire spendendo poco. Vi basta digitare il Paese in cui volete andare sul sito e vi compariranno innumerevoli proposte. La new entry è il nuovo ostello Unidad Women Hostel, a Oaxaca, nel sud del Messico. Le camere sono arredate con letti in legno e gli interni sono decorati con gusto, in perfetto stile messicano. L’atmosfera molto informale rende semplice fare amicizia con altre viaggiatrici provenienti da tutto il mondo, magari davanti a una buona tazza di tè da godersi insieme nelle ampie aree comuni.

3Foto www.hostelsclub.com

A Firenze esiste un ostello, il Plus Florence, sempre di Hostelsclub, dove trascorrere con le proprie amiche una divertente giornata tra piscina, sauna, bagno turco. E poi, la sera, tutte fuori per le vie della città! La struttura ha riservato alle ospiti un intero piano, il Plus Girls Only: qui le stanza hanno il bagno più grande, con telo da bagno, set doccia e asciugacapelli. Anche al Plus Prague Hostel di Praga, c’è una sezione Plus Girl dove a disposizione ci sono prodotti di bellezza.
Potete tranquillamente rilassarvi anche se andate a Madrid, al Cat’s, che riserva una camerata solo alle donne.

4Il Cat’s di Madrid (Foto dalla pagina Facebook dell’ostello)

Precedente Una serata di relax e gioco fra amiche Successivo Ami viaggiare e ballare? Manda il tuo racconto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.