Qui dove il mare luccica…

«Vi muoverete a visitar tante altre Città d’Italia e vi verrai negli occhi le dolci rive della mia Sorrento». Così scriveva Torquato Tasso che nella città campana era nato e ne decantava le meraviglie. Sorrento è il cuore della penisola sorrentina, che abbraccia l’intero golfo di Napoli (da Castellammare di Stabia fino al promontorio di Punta Campanella), con i suoi quaranta chilometri di costa, dietro il quale si apre il golfo di Salerno dando inizio alla costiera amalfitana.

Secondo la leggenda, l’isola delle Sirene di Ulisse, celebrata da Omero nell’Odissea, era posta lungo la costa dell’Italia meridionale, proprio al largo di questa penisola. Una terra, amata dai viaggiatori del Grand Tour, in cui si addensano limoneti e aranceti, e che richiama migliaia di turisti nonostante le poche spiagge (gli stabilimenti balneari sono ricreati su palafitte di legno). Qua e là si ritrovano i versi delle canzoni di Lucio Dalla e un murale dell’artista Yorit lo ricorda…”Qui dove il mare luccica…”aperitivo vista mare con le amiche

La Marina e La Montagna

Il borgo di pescatori di Marina Grande ricorda la presenza di Sofia Loren e Vittorio De Sica in Pane, amore e…, mentre il porto di Marina Piccola è il punto di partenza dei collegamenti con le isole, Capri in testa, situata proprio di fronte a cui anticamente era unita.

Il promontorio di Punta Campanella offre un sentiero naturalistico tra i profumi della macchia mediterranea. A piedi si raggiunge il sito archeologico “Bagni della Regina Giovanna”

I dintorni

Da Sorrento, la strada apre sul mare, su borghi che incantano e sconfina in Costiera Amalfitana. Da vedere Positano e la sua cupola in maiolica, Praiano, terra di pescatori e Amalfi con lo spettacolare Duomo. Qui merita una visita il museo della Carta all’interno di una cartiera medievale. Si prosegue verso Vietri sul Mare, la patria della ceramica.

A Torre Annunziata ed era la villa di Poppea Sabina, seconda moglie di Nerone. L’eruzione del Vesuvio (79 d.C) l’aveva completamente nascosta. Era immensa, con addirittura un complesso termale. Numerosi gli affreschi visibili: molti creano giochi prospettici con finti elementi architettonici quali porte o colonne (www.pompei.it/scavi/oplontis.htm)

 

 

Eat & Sleep 

 Hotel Mediterraneo Sorrento 

In uno dei punti più spettacolari della costa, nel comune di Sant’Agnello, e una tradizione di ospitalità che risale a oltre 100 anni fa. Camere eleganti con un tocco marinaro: piani dei comodini in lava vesuviana, lampade che s’ispirano alle lampare dei pescatori. Anche Spa (da provare il massaggio con pietre vulcaniche e marine).

mediterraneosorrento.com

 

B&B Cioffi Sorrento

Camere nel centro storico, vicino al Museo d’arte Correale, ideale per muoversi a piedi. Su richiesta, lezioni di cucina.

cioffisorrentogroup.it

Vesuvio Roof Restaurant Hotel Mediterraneo

In una cornice romantica sul mare di Sorrento. Cucina Mediterranea con un legame al territorio affidata all’estro dell’Executive Chef Giuseppe Saccone. In menù, la ricciola e il vitellone dell’appennino campano.

Tel. 081 8781352

Volta del Fuenti

All’interno dei Giardini del Fuenti, a Vietri sul Mare, con le sue terrazze sul Golfo di Salerno. Lo Chef Michele De Blasio cerca la purezza dei sapori, attraverso preparazioni lunghe, ma naturali, nel rispetto della tipicità.

Tel. 089 210653 

Donna Sofia

Nel cuore di Sorrento, l’omaggio a Sofia Loren: alle pareti centinaia di fotografie.

ristorantedonnasofia.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.