Tra l’arte open air del Friuli

di Anna Romanin

Il Friuli collinare è un saliscendi di stradine e ciclabili, puntellato di vigneti e attraversato da piccoli borghi. Si presta a essere scoperto in un viaggio con le amiche, dove – oltre la storia, la natura e il buon vino – si possono fare incontri interessanti. Ad esempio con l’Arte.

 

Rocca Bernarda

Se si pensa al Friuli Venezia-Giulia il primo pensiero va alle aspre montagne; quasi nessuno pensa alle spiagge e al mare; in pochi ricordano immediatamente i saliscendi delle colline verdi e rotonde ricoperte di vigne, perfette per un itinerario slow in sella alla bici o in un viaggio a tappe alla scoperta della storia locale e delle numerose cantine vitivinicole. Ma la vera sorpresa è il museo a cielo aperto a una decina di chilometri da Udine, un sorprendente Parco Sculture nato nel 2018 dopo dieci anni di ricerca, grazie all’amore per l’arte di una famiglia di antiquari. Un viaggio di benessere per corpo e spirito; amiche si parte?

Leproso di Premariacco è un puntino nella cartina geografica. Sembra quasi impossibile che proprio qui, nel podere di quindici ettari di quella che era un’antica casa colonica contadina, ci possa essere un gruppo così nutrito di importanti sculture. I Parchi Sculture non mancano in Italia e un po’ ovunque nel mondo, nati dalle intenzioni più disparate. La Braida Copetti scaturisce da un lavoro di ricerca parallelo all’attività della Galleria d’arte dei Copetti: le opere di grandi dimensioni difficili da tenere in galleria, sono state portate all’aperto, e piano piano hanno iniziato a costituire una raccolta unica dal punto di vista storico-artistico. Una collezione che si arricchisce e muta costantemente presentando nuove opere e nuovi autori, come cambiano talvolta le piante del giardino, tutte rigorosamente autoctone (“braida” in friulano è il podere annesso alla casa colonica con la vigna, i sentieri e gli alberi da frutta). Nessuna opera è stata realizzata appositamente per il parco.

Per la visita, amiche, prendetevi almeno un paio d’ore. Meglio se con i proprietari: se avvisati vi faranno volentieri da guida. Cosa si può vedere? Della collezione permanente troviamo i maestri friulani del ‘900, Mirko Basaldella, Marcello Mascherini, Luciano Ceschia, e contemporanei: Nane Zavagno, Angelo Brugnera, Gianpietro Carlesso. Non mancano grandi nomi italiani Giacomo Manzù, Alik Cavaliere, Mario Negri, Pinuccio Sciola, e internazionali come Dušan Džamonja. Natura e Arte s’intrecciano e dialogano tra loro in perfetta armonia, e si ha veramente l’impressione che l’una non esisterebbe senza l’altra. Tra gelsi, carpini, roseti profumati e numerosi ciliegi vi sono collocate delle sculture eccezionali. In alcuni casi gli alberi fanno da cornice naturale, in altri l’orizzonte è libero e spazioso. Senza limiti fisici le opere si possono avvicinare e girarci intorno, vedere da vicino la levigatura del marmo, la brillantezza dell’acciaio o le incisioni di una pietra.

Questa estate, oltre alla collezione permanente, sono stati organizzati due eventi.

Kim Seung Hwan Organism acciaio inox 2019

La prima Scultura del Novecento, Mostra en plein air chiude domenica 26 luglio, poi tutti gli occhi sono puntati a Kim Seung Hwan, eclettico artista coreano particolarmente legato all’Italia dove ha compiuto parte della sua formazione. Saltata la Design Week a Milano prevista la scorsa primavera, la presenza alla Braida Copetti di Kim è il naturale seguito della mostra milanese del novembre 2019, ma con una sorpresa: Cloud-Organism due sculture inedite di enormi dimensioni che arriveranno a Udine direttamente da Seoul.

In tutto una ventina di sculture di diversi materiali (bronzo, pietra, acciaio) realizzate in un arco temporale che va dal 2006 al 2020 e che raccontano la ricerca dell’artista. Una mostra che da sola vale un viaggio con le amiche.

INFO PER IL PARCO E LA MOSTRA

“Organismi en plein air. Kim Seung Hwan alla Braida Copetti”

Parco Sculture Braida Copetti Premariacco (UD)

22 agosto 20 settembre 2020

L’ingresso è gratuito ed è consigliata la conferma della presenza via email a [email protected] o al numero 392 5598729.

INFO PER UN WEEKEND CON LE AMICHE

Premariacco si raggiunge in venti minuti da Udine, con una corriera di linea. I dintorni della Braida Copetti sono un angolo di Friuli ricco di storia, di natura, di piccoli borghi fuori dai grandi circuiti, ideali per un indimenticabile week end con le amiche. Non mancano i B&B a conduzione familiare, e le aziende vitivinicole dove si producono rossi corposi e i famosi bianchi, come il Friulano o il Sauvignon.

 

dove mangiare con una vista mozzafiato: Trattoria Scacciapensieri Via Elio Morpurgo, 23, Buttrio (UD) tel. 0432 674907

dove acquistare o degustare un buon vino: Rocca Bernarda, produce vino dal 1559, Via Rocca Bernarda, 27 Premariacco (UD) tel. 0432 716914

dove dormire: D’Orsaria B&B And Wines Via Buttrio, 8, Orsaria (UD) tel. 340 936 8222

 

 

 

 

Precedente Borghi che profumano di mare Successivo VIAGGIO NELLA TERRA DEL PROSECCO

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.