Festa della mamma

Festa della mamma

MAMME SI PARTE?

di Isa Grassano e Lucrezia Argentiero

Fuggire da bollette da pagare, panni da stirare, pulizie da fare. Se anche voi mamme avvertite il bisogno di una pausa, di fuggire dalla routine, niente di meglio che un viaggio con le amiche. Non importa se in una città per fare shopping o alle terme. Se a vagar per mercatini o se sedersi a tavola mentre qualcuno ha cucinato per voi. L’importante è staccare qualche ora o qualche giorno.

Ecco 5 idee perché la festa della mamma sia davvero una festa.

festa della mamma
festa della mamma

A casa di una Cesarina

Siete stanche di dover fare la spesa e spignattare in cucina? Allora prenotate una cenetta, da sola o in compagnia di altre mamme, a casa di una delle Cesarine, trattorie estemporanee allestite tra le pareti domestiche. Ce ne sono in tutta Italia e ci si sente sempre a proprio agio.

Le Cesarine – l’affettuoso soprannome è un omaggio a chi ha saputo tramandare le antiche ricette locali – sono signore che amano la buona tavola, ottime cuoche, attente e sensibili. Fanno la pasta fresca, il brodetto o gli gnocchi, a seconda della zona d’origine, e amano avere gente a cena e condividere la loro passione per il cibo.

I menù sono fissi, ma sempre ispirati alle donne. Al di là dei sapori, vi piacerà il contatto umano che si crea con i padroni di casa e con le altre ospiti. L’atmosfera è confidenziale, quasi ci si conoscesse da sempre, mentre si chiacchiera di ricette, di viaggi, di sogni, e perché no, anche di uomini. Una cena come esperienza di autenticità.

Info:

Home Food: www.homefood.it

Rigenerarsi alle Terme

Le acque  dai nomi fascinosi di Minosse e Caronte, sgorgano dalle sovrastanti colline rocciose della rupe del Diavolo e alimentano le Terme Luigiane, in provincia di Cosenza. Particolarmente ricche di zolfo, sono un toccasana per chiunque vi s’immerga e cancellano la stanchezza. In queste acque sulfuree, inoltre, vivono microorganismi che proliferano spontaneamente e costituiscono i principi attivi per la maturazione del fango termale. Ci sono documenti che attestano come questi fanghi siano degli alleati non solo per la tanto odiosa cellulite ma anche per tutti i problemi dell’apparato genitale femminile.

festa della mamma
festa della mamma

Il benessere continua nell’adiacente parco termale Acquaviva, un’oasi di assoluta tranquillità, il cui fiore all’occhiello è il pacchetto weekend-donne beate fra le donne, un luogo ameno tra piante, aroma di essenze balsamiche e folate di zolfo salutare. Un idromassaggio terapeutico con getti d’acqua a pressione, il nuoto controcorrente e le turbo docce vi daranno una scossa di energia.

Il tutto con un ottimo rapporto qualità-prezzo

Info:

Terme Luigiane: www.termeluigiane.it

Tornare bambine in un parco dei divertimenti

Per una volta, invertite i ruoli con i propri figli e ricominciate a giocare.

Fantasia e immaginazione si fondono a Fiabilandia, a Rimini, per regalarvi una giornata speciale. Fra le attrazioni più in voga c’è Space Mouse, un ottovolante per le più temerarie, dotato di vetture a quattro posti che ruotano lungo un percorso mozzafiato. Ancora, lo spericolato Scivolone Gigante o l’avventuroso Gran Canyon, fino alla più tranquilla Valle degli Gnomi, con i suoi buffi abitanti dal cappellino a punta. Emozionanti avventure per ritrovare la bambina o la ragazza che è in voi. Che, a ben pensarci, è sempre meglio di un lifting.

festa della mamma
festa della mamma

Info:

Fiabilandia: www.fiabilandia.it

Fare shopping senza sensi di colpa

Concedetevi un abito griffato ma senza spendere follie. Dove? Nel convento delle suore di Santa Maria del Rosario a Iolo, a sud della città di Prato, che hanno lanciato uno spaccio benefico: «tutto quello che la società scarta nasconde una bellezza che attende di essere scoperta», dicono le sorelle. Un luogo ameno dove curiosare tra abiti e accessori vintage, provenienti dall’invenduto delle boutique, o donazioni di grandi maison o da cambi stagione di altre signore.

festa della mamma
festa della mamma

Cercando bene e con un po’ di pazienza si possono trovare anche capi a 10 euro o conquistare una borsa di Gucci, una gonna di Armani, un giubbotto Barbour, quel capo in limited edition capace di stregare. Insomma, il Diavolo veste Prada, anche tra i luoghi sacri. La prova camerino? Si fa sotto lo sguardo compiaciuto di Riccardo Scamarcio, il cui poster gigante spicca sul muro.

Info:

Domenicane di Santa Maria del Rosario: www.domenicaneiolo.org

Una passeggiata tra i giardini di Sissi

Tutte le mamme sono principesse ma lo sarete ancora di più nei luoghi di Sissi. Ricordando il leggendario film del 1955 con Romy Schneider (nei panni di Sissi) e Karlheinz Böhm (nel ruolo del regnante austriaco Francesco Giuseppe), potrete rivivere la bellezza e lo stile indimenticabile di una donna anticonvenzionale, amante dei viaggi. Nei giardini di Castel Trauttmansdorff, a Merano, che si estendono ad anfiteatro per 12 ettari e raccolgono oltre 80 ambienti botanici, con piante che arrivano da ogni angolo del mondo, e che qui godono di un clima particolarmente mite.

Entrare in quest’angolo di Mediterraneo piantato nel bel mezzo della terra altoatesina è come volare nell’Ottocento, in una favola romantica che continua a far sognare generazioni di donne. All’esterno si apre il lussureggiante parco che ospita la fioritura di ben 230.000 bulbi di giacinto, tulipano e narciso da godere lungo il sentiero in ghiaino, realizzato per le passeggiate dell’imperatrice.

festa della mamma
festa della mamma

Ci sono i giardini del sole, dove svettano gli alti girasoli e dove si estende l’uliveto più a nord d’Italia. Il senso di rilassamento è infinito.

Info:

Giardini di Castel Trauttmansdorff: www.trauttmansdorff.it

* tratto da In Viaggio con le Amiche (Newton Compton)

In viaggio con le amiche
In viaggio con le amiche
Precedente Lisbona, amichevole e sicura Successivo Viaggio in Umbria

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.